venerdì 18 dicembre 2015

lunedì 7 settembre 2015

lunedì 18 maggio 2015

martedì 21 aprile 2015

Tavolo delle Diversità presenta “INCONTRIAMOCI” …Tutti per Uno…

Tavolo delle Diversità
presenta
“INCONTRIAMOCI”
…Tutti per Uno…
Giornata Provinciale delle Diversità
Prima Edizione
ROVERETO (TN)
BOSCO DELLA CITTA’  
26 APRILE 2015
dalle ore 10.00 alle ore 18.30

“Perché la diversità non è un mondo a parte
ma una parte del mondo”
L’obbiettivo è quello di dar vita alla prima edizione della “Giornata Provinciale delle Diversità”, un’idea Fondazione Trentina per l’Autismo e che riesce a diventare realtà grazie alla costituzione di un “tavolo” speciale che se ne assumerà l’organizzazione. Stiamo parlando del “Tavolo delle Diversità”, “tavolo” al quale hanno già aderito molte realtà ma che, alla luce del suo primo incontro che ne ha sancito la nascita, rimane aperto, e che mira al coinvolgimento attivo di tutte quelle realtà (cooperative, associazioni, fondazioni etc. etc.) che operano concretamente nel mondo delle diversità e, con loro, definire la nascita di una vera o propria “Giornata Provinciale delle Diversità”, frutto di una programmazione comune e condivisa dove tutti (normo dotati e non) potranno viaggiare alla conoscenza ed alla scoperta del mondo delle diversità.
Ecco che “INCONTRAMOCI” prima di tutto sarà un vero e proprio “pellegrinaggio solidale” dove si potranno ascoltare, conoscere, incontrare e vivere laboratori, animazioni, stage, attività culturali e creative, musica, teatro, manualità, creazioni, esperienze di inserimento lavorativo, testimonianze e molto altro di quello che rappresenta quella parte del mondo che crede nella “globalizzazione della fraternità”, quella parte di mondo che non comprende ne l’indifferenza, ne la pietà fine a se , ma che si basa sui valori della solidarietà applicata e che rivolge la sua attenzione verso i meno fortunati, i bisognosi di amore, nella convinzione che le varie differenze e le tantissime diversità possono diventare ricchezza e fonte di opportunità e non solo fonte di problemi e di disagio.
Una giornata dove per incanto nessuno sarà più certo di dove stia la “normalità” ne di cosa sia la “normalità”, vivendo semplicemente quella che amiamo definire “arte dell’incontro” e che vedrà come protagonisti in prima persone proprio chi la diversità, le diversità le vive sulla propria pelle: in parole povere quello che si potrà vivere e che sarà proposto, nella magica cornice del Bosco della Città di Rovereto, è una festa senza differenza, una giornata speciale dove saranno le diversità ad animare ed ad accogliere i partecipanti, per una festa speciale dove invitiamo i cosiddetti “normo dotati”, o “normali” a conoscere ed incontrare le realtà ed i singoli soggetti che vivono e compongono il variegato mondo delle diversità.
Per la prima volta sarà proposto nella nostra provincia un inconsueto, ed unico nel suo genere, “pellegrinaggio solidale” che si baserà su un programma ricco di eventi e di sorprese e sicuramente capace di far vivere ai, speriamo numerosi, partecipanti il gusto dello stupore e dell’incontro all'insegna di quella che amiamo definire, "globalizzazione della fraternità" vista come gioia di stare insieme, di conoscersi, di aiutarsi, di vivere.
Particolare giornata che prevede un ricco programma (ancora aperto ad altri ed eventuali contributi ed idee) che, con la sua partenza dal Brione ed il suo arrivo al Bosco della Città di Rovereto, sarà articolato in due grandi momenti:  
-       un primo momento che sarà, a partire dal mattino, uno speciale viaggio, una serena camminata attraverso un percorso animato, dove passeggiando dal Brione verso il Bosco della Città i partecipanti potranno gustare cibi e bevande, soffermarsi agli stand informativi delle singole cooperative o associazioni o fondazioni, gustare piccoli spettacoli teatrali e musicali, ascoltare storie di erbe salutari e delle meraviglie ed arti della natura, partecipare a momenti di laboratorio creativo, ascoltare i canti e gustare le danze di ospiti speciali, vivere l’emozione di giocolieri e di cantastorie…
-       un secondo momento che invece sarà un grande happening nei magici ed estesi spazi del Bosco della Città di Rovereto, dove verranno montate delle strutture per ristorarsi e gustare insieme un pranzo ed una merenda da leccarsi le dita, dove si potrà assistere a concerti, performance e spettacoli di teatro e danza, ma anche dove continueranno i momenti di laboratorio e dove saranno presentati ed esposti i risultati del lavoro tante realtà che hanno aderito ed aderiranno all’evento. Ma anche scoprire come si fa un formaggio sano, ammirare i prodotti delle varie arti creative, gustare il piacere dei colori e dei disegni, scoprire la forza terapeutica del gioco, ascoltare testimonianze e racconti preziosi, ammirare un pittore che con la sua arte dipingerà una grande tela con i colori della virta…
Ovviamente il programma prevede che molte, anzi, la maggior parte delle cose che saranno offerte e presentate saranno fatte, cucinate, curate ed eseguite direttamente da ragazzi e ragazzi “diversamente abili” o da realtà dove il “normo dotato” e il “disabile” operano fianco a fianco senza la barriera della differenza.
Insomma una giornata da gustare intensamente e da non farsi sfuggire l’occasione di viverla…perché la diversità non è un mondo a parte ma una parte del mondo…nella consapevolezza che se non si incontra, si scopre e rispetta anche quella parte del mondo (che a volte oltre “attorno a noi” sta anche “dentro di noi”) quello che si crede conoscere è un mondo incompleto.
A breve verrà inviato alla stampa anche il programma dettagliato con i singoli eventi ed i nomi dei gruppi, dei singoli e delle realtà che hanno aderito e  che stanno tutt’oggi aderendo: singole classi scolastiche, associazioni, cooperative, fondazioni ma anche tanti artisti, musicisti, attori, narratori, volontari, animatori, operatori per ribadire come la Creatività sia uno dei migliori strumenti per creare relazioni anche dove sembrerebbe difficilissimo crearne. Ben sapendo che la Creatività non conosce differenze, essendo un “linguaggio” che tutti conoscono e possono utilizzare e che ha quella capacità innata di saper “vedere” e di saper “rispondere”: ecco perché questa speciale giornata mira a rendere visibili le tante isole galleggianti che popolano il mondo delle diversità, sia per valorizzarne le singole identità, potenzialità e specificità ma anche per trasformare quelle tante isole in un unico arcipelago dove la parole diversità è ricchezza e non negatività. Possiamo comunque già anticipare che ad oggi ad animare “INCONTRIAMOCI” si sono già resi disponibili fra cori, bande, gruppi e singoli artisti, circa un centinaio di soggetti “senza differenze”…una buona notizia per poter presupporre che sarà una giornata capace di toccare sia la testa che il cuore sia dei partecipanti che dei protagoniosti.

Tavolo delle Diversità
Referente: Giovanni Coletti, Presidente Fondazione Trentina per l’Autismo
Ufficio Stampa e coordinamento: Fausto Bonfanti ( cell. 3355888939 – bonfausto@yahoo.itanimamundi.creativityfactory@gmail.com )


NB: molte fino ad oggi sono state le associazioni, le cooperative, le associazioni e le realtà che hanno aderito e che parteciperanno a questa prima Giornata Provinciale delle Diversità ma nel caso altri volessero aderire basta inviare una mail a info@fondazionetrentinaautismo.it (all’attenzione di Elena e Fausto).